La Costa dei Trabocchi: aspetti naturalistici e dinamiche storiche

Parliamo di...

Tavola rotondaTLR13_Rocca_MANZI_low

Martedì 13 agosto 2013 – ore 19,00


Rocca San Giovanni
– Centro storico – Largo Lentisco

 

interverranno:

Mario PELLEGRINI – Naturalista

Aurelio MANZI – Naturalista

autore del libro “Storia dell’ambiente nell’Appennino Centrale”

META Edizioni

 

La cittadinanza è invitata a partecipare.

cop_storia_ambiente_LOW

 

 

 

 

 

il libro…

Storia dell’ambiente nell’Appennino Centrale di Aurelio Manzi
La trasformazione della natura in Abruzzo dall’ultima glaciazione ai nostri giorni

L’Abruzzo è una terra, posta al centro del Mediterraneo, con una natura straordinaria che esprime una biodiversità eccezionale, raramente riscontrabile in ambito italiano ed europeo. Eppure, l’azione dell’uomo, fin dalla sua comparsa, ha influito sulla natura primordiale, ha sistematicamente trasformato l’ambiente per adattarlo alle sue esigenze di vita. Oggi non c’è ettaro di terreno che non abbia risentito dell’attività antropica.

Aurelio Manzi ripercorre la storia dell’ambiente nella regione, dall’ultima glaciazione fino ai nostri giorni, con gli occhi del naturalista attento alle vicende umane. Analizza le trasformazioni ambientali nelle diverse epoche, i cambiamenti nel paesaggio e nell’agricoltura, le mutazioni nelle comunità faunistiche e floristiche. Si sofferma sulla distruzione di importanti ecosistemi come il lago Fucino, uno dei più estesi bacini italiani, oppure la preziosa torbiera di Campotosto, le aree paludose e la fascia costiera, indugia sulla devastazione dei grandi complessi forestali, in particolare le selve della pianura. Indaga su alcuni processi oggi in atto di portata storica, tra cui l’abbandono della fascia montana e collinare con la conseguente urbanizzazione della costa, i cambiamenti climatici e gli effetti ambientali che ne derivano. Un’opera originale, utile per comprendere la natura abruzzese e le stesse vicende umane nel corso della storia.